web-banner

Presentazione Lista Luca Bruni

Il candidato sindaco della lista “Otranto è di tutti” ha presentato la sua lista presso l’hotel degli Haetey a Otranto.

Squarciare il velo di omertà, far ripartire Otranto, farla diventare la città di tutti, e non dei soliti noti.
Luca Bruni, alla prima uscita ufficiale come candidato sindaco, non risparmia colpi a nessuno. Nella sala gremita di gente dell’Hotel Haetey, si presenta al suo elettorato con tutto il portato di emozione e di entusiasmo che caratterizza l’esordio di una nuova lista.

Affiancato dai suoi 12 candidati, tra volti nuovi e noti della politica locale, ha raccontato il suo progetto politico, incentrato sul cambiamento dello status quo. “L’indignazione mi ha spinto a mettermi in gioco” spiega “quale che sia il risultato, è doveroso provarci”. “Mi candido perché me lo chiede Otranto, per garantire alternanza democratica”, spiega ancora Bruni, che mette da parte il suo ruolo di avvocato per prestarsi per la prima volta alla politica amministrativa.

“Siamo l’alternativa ad un sistema dinastico” ripeteranno poi un po’ tutti i candidati, alcuni dei quali anche fuoriusciti dalla vecchia amministrazione Cariddi, decisi ora a seguire Bruni nella sua corsa elettorale nel segno della discontinuità. Tra questi, anche l’ex vicesindaca Lavinia Puzzovio, che cambia sponda “non perché voltagabbana” spiega, “ma perché l’interesse dei cittadini viene prima di qualunque bandiera”.

Un programma elettorale nel segno della rigenerazione, per far ripartire un territorio che – in barba alle potenzialità – stenta a decollare. Finalizzato alla destagionalizzazione, così da spingere anche il comparto edilizio, e all’attenzione verso i più deboli. Al centro, il lavoro, “quel lavoro diventato ricatto” – dicono – “e strumento di potere”.

Luca Bruni, avvocato, cugino dell’ex sindaco Francesco Bruni – che pure non ha mancato di manifestare il suo appoggio durante la presentazione ufficiale della lista “Otranto è di tutti” – sarà affiancato nella corsa elettorale da 12 candidati: Francesca Bortone, Lillino Cursano, Mattia Mariano, Gianni Merola, Fernando Miggiano, Marco Paiano, Francesca Palmieri, Serena Paoletti, Lavinia Puzzovio, Andrea Sammarruco, Sergio Schito e Francesco Vetruccio.

Fonte: LecceSette

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *