Il tema rifiuti verrà affrontato in maniera incisiva. Al fine di ottimizzare la raccolta e ridurre la produzione dei rifiuti punteremo su alcuni temi suggeriti nel processo partecipativo di costruzione del programma:

  • Compostaggio domestico diffuso. A queste utenze sarà riconosciuto uno sgravio tariffario pari al 10-20 % della Tari.
  • Nelle aree disperse (“difficilmente raggiungibili”) del territorio, distribuzione di bidoni familiari di maggiore dimensione e razionalizzazione dei turni di raccolta, in modo da risparmiare sui costi di gestione e consentire anche in questo caso uno sgravio tariffario;
  • Compostaggio di comunità per i villaggi e le strutture alberghiere di maggiori dimensioni.

Per tutti i condomini (ove si presenti lo spazio), distribuzione di bidoni carrellati intelligenti con tessera di riconoscimento e di apertura. In questo modo tutti i conferimenti saranno censiti ed utilizzati ai fini della tariffazione puntuale.

  • Per tutte le utenze non condominiali, distribuzione di tagRFid per il riconoscimento del contenitore familiare al fine di monitorare i conferimenti ed applicare la tariffa puntuale.
  • Green Public Procurement (acquisti verdi): adozione dei criteri per gli acuisti verdi sulle forniture dell’Amministrazione Comunale
  • Label di qualità ambientale del settore turistico attraverso la creazione di un marchio di qualità per la gestione ecologica delle strutture ricettive di Otranto finalizzato alla riduzione della produzione dei rifiuti delle strutture stesse, al risparmio energetico, alla qualità dei prodotti e al loro approvvigionamento tramite una filiera corta. In alternativa, pensiamo ad un marchio da creare ex novo, aderendo ad un marchio di sostenibilità ambientale come quello della riviera romagnola “Piccoli alberghi di qualità” che fa parte, tra l’altro, di un network europeo che ne pubblicizza le caratteristiche qualitative ed ambientali.

Condividi:

Scarica e Stampa:

CONTATTI

NEWS & EVENTI

@2017 Tutti i diritti riservati.